Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 592

CONSIGLI UTILI E FUTILI DAL MONDO DELLE DONNE

LACRIME PER OCCHI FELICI


della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Le lacrime hanno condito pagine e pagine di poesie, canzoni e romanzi, sono diventate linguaggio di sentimenti dolci e crudeli, Euripide nel V secolo a.C. scriveva già ”Non sprecare lacrime nuove per vecchi dolori”. Eppure le lacrime hanno un ruolo ben definito ed essenziale per la salute dei nostri occhi.
Servono per lubrificare l’occhio e permettono lo scorrimento fluido delle palpebre, puliscono e detergono l’occhio dalle particelle che vi si depositano dall’aria, contengono sostanze utili al nutrimento della cornea.
Ma non solo le malattie possono provocare una lacrimazione eccessiva e sintomi irritativi, basti pensare all’uso frequente e diffuso dell’aria condizionata, a tutte le persone che per lavoro o diletto rimangono ore davanti a schermi di computer, palmari, tv, videogiochi o a particolari condizioni lavorative (es. orafi, saldatori, autisti), all’esposizione al cloro delle piscine. Soggetti ad alto rischio sono poi i portatori di lenti a contatto, spesso presentano i classici segni di secchezza e irritazione proprio per un’alterazione del film lacrimale con una riduzione dell’effetto protettivo e lubrificante.
In tutte queste circostanze colliri con farmaci troppo aggressivi possono essere oltre che inutili, irritanti e controproducenti, soprattutto nei casi in cui la causa è difficile da eliminare per cui i sintomi tendono a ripresentarsi cronicamente.
In queste situazioni è utile, quindi, usare delle sostanze che aumentano le difese dell’occhio, ripristinando il film lacrimale protettivo; in commercio ne esistono molte, scegliete colliri la cui composizione sia qualitativamente e quantitativamente più fisiologica possibile, priva di conservanti, vasocostrittori e a base di sostanze con specifiche proprietà oftalmiche. Alcune sostanze, come l’Euphrasia officinalis e la Camomilla vulgaris, hanno effetti benefici sull’infiammazione oculare e sui disturbi legati all’eccessiva secchezza dell’occhio, ripristinando un film lacrimale fisiologico.

1 commento

  • Angela Giovedì, 24 Gennaio 2019 09:20 Link al commento

    Complimenti alla Dott.ssa Graziella Bellardini che riesce sempre a trovare argomenti meritevoli di attenzione, suscitando vivo interesse sulle tematiche trattate anche quando si diletta a raccontare le storie dei suoi magnifici viaggi!

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione