Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 592

CONSIGLI UTILI E FUTILI DAL MONDO DELLE DONNE

BUONANOTTE!

della Dott.ssa Graziella Bellardini, Medico Chirurgo specialista in Endocrinologia.

Facile a dirsi, Buonanotte! Ci sono periodi, a volte lunghi, in cui svegliarsi freschi e riposati dopo un sonno ristoratore diventa molto più che un semplice desiderio.
A volte, dormire male deriva da situazioni passeggere come un forte raffreddore, un esame, una stanza troppo calda, e questo non costituisce un problema.
Ma che succede se l'insonnia continua a presentarsi più assiduamente? La mancanza di sonno e il cattivo riposo hanno importanti ripercussioni sulla nostra salute e di conseguenza sul nostro vivere quotidiano.
Sono le donne e le persone di età avanzata che soffrono di più di questo disturbo. Naturalmente lo stato di salute può esacerbarlo (tosse, raffreddore, dolori articolari, eccetera), così come lo stress legato al lavoro (turni di notte, stress professionale), o ai problemi della sfera affettiva (famiglia, partner, lutti), ma quando la mancanza di sonno è persistente e compaiono sonnolenza diurna, colpi di sonno alla guida, ansia, labilità emotiva, scarsa attenzione e concentrazione, è opportuno ricercare le cause e le adeguate soluzioni consultando il proprio medico di fiducia.
Ci sono tuttavia delle semplici regole per dormire bene che possono essere utili per trascorrere una ''buonanotte'':
- prima di andare a letto rilassatevi il più possibile, niente computer né telefonino, cercate di ripetere lo stesso rituale, come una doccia calda, e gli stessi orari e andate a letto solo quando siete assonnati;
- durante il giorno evitate i sonnellini e soprattutto quelli del dopo-cena davanti al televisore;
- di sera evitate il fumo, il caffè, il thè, i superalcolici, mentre un po' di cioccolata fondente può aiutare ad indurre più facilmente il sonno;
- evitate cene abbondanti e ricche di grassi e proteine;
- l'attività fisica va benissimo se fatta di giorno ma di sera evitate gli sforzi fisici impegnativi.
Infine, scegliete bene la stanza in cui dormite, più lontana possibile da fonti di rumore e non troppo illuminata, né troppo calda e né troppo fredda.

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione